Ultima modifica: 12 Settembre 2021

CI016- Obbligo green- pass: Aggiornamento CI301 ci 305- e DECRETO-LEGGE 10 settembre 2021, n. 122, Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza da COVID-19 in ambito scolastico, della formazione superiore e socio sanitario-assistenziale.

ci 16 Obbligo green- pass: Aggiornamento CI301 ci 305- e DECRETO-LEGGE 10 settembre 2021, n. 122, Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza da COVID-19 in ambito scolastico, della formazione superiore e socio sanitario-assistenziale.

intestata sito

Circ. n. 016

del 11/09/2021

Destinatari: Docenti, ATA ,genitori e allievi

Oggetto: Obbligo green- pass: Aggiornamento CI301 ci 305- e DECRETO-LEGGE 10 settembre 2021, n. 122, Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza da COVID-19 in ambito scolastico, della formazione superiore e socio sanitario-assistenziale.

Con riferimento a:

  • DECRETO-LEGGE 10 settembre 2021, n. 122 Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza da COVID-19 in ambito scolastico, della formazione superiore e socio sanitario-assistenziale
  • DECRETO-LEGGE 6 agosto 2021, n. 111
  • Nota Ministero della salute, 0035309-04/08/2021-DGPRE-DGPRE-P con oggetto: Certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti-COVID-19
  • Nota USR PIEMONTE 10051 dell’8 settembre 2021 con Oggetto: Regione Piemonte – Certificazione di esenzione alla vaccinazione anti-COVID-19 e Tampone antigenico o molecolare gratuito.
  • Nota Regione del 6 settembre 2021 con oggetto: Regione Piemonte – Certificazione di esenzione alla vaccinazione anti-COVID-19

 si comunica che, al fine di tutelare la salute pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza nell’erogazione in presenza del servizio essenziale di istruzione, il decreto-legge (articolo 1 comma 1 e 2 ) introduce, dall’11 settembre al 31 dicembre 2021 (attuale termine di cessazione dello stato di emergenza), la “certificazione verde COVID-19” (cd. Green pass) per “chiunque accede alle strutture delle istituzioni scolastiche, educative e formative”.

Quindi chiunque acceda all’Istituzione scolastica deve possedere ed e’ tenuto ad esibire la certificazione verde COVID-19 di cui all’articolo 9, comma 2  decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 giugno 2021, n. 87.

Si ricorda che in relazione al DECRETO-LEGGE 6 agosto 2021, n. 111 La norma in questione definisce al contempo un obbligo di “possesso” e un dovere di “esibizione” della certificazione verde.

Tale certificazione viene rilasciata dopo:

– aver effettuato la prima dose o il vaccino monodose da 15 giorni;

– aver completato il ciclo vaccinale;

– essere risultati negativi a un tampone molecolare o rapido nelle 48 ore precedenti;

– essere guariti da COVID-19 nei sei mesi precedenti.

Il Ministero della Salute – circolare n. 35309 del 4 agosto 202112 – ha disciplinato la situazione dei soggetti per i quali la vaccinazione anti SARS-CoV-2 venga omessa o differita in ragione di specifiche e documentate condizioni cliniche che la rendono in maniera permanente o temporanea controindicata. E’ previsto, infatti, che per detti soggetti, in luogo della “certificazione verde COVID-19”, sia rilasciata una certificazione di esenzione dalla vaccinazione, a tutti gli effetti utile a “consentire l’accesso ai servizi e alle attività di cui al comma 1, art. 3, del decreto-legge 23 luglio 2021 n. 105”. Ai sensi della circolare del Ministero della Salute del 4 agosto 2021, la certificazione di esenzione alla vaccinazione anti-COVID-19 è rilasciata dalle competenti autorità sanitarie in formato anche cartaceo e, nelle more dell’adozione delle disposizioni di cui al citato decreto-legge n. 105/2021, ha validità massima fino al 30 settembre 2021. Fino a tale data, sono pure validi i certificati di esclusione vaccinale già emessi dai Servizi Sanitari Regionali.

 Fino al 30 settembre 2021, salvo ulteriori disposizioni, le certificazioni potranno essere rilasciate direttamente dai medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi Sanitari Regionali o dai Medici di Medicina Generale o Pediatri di Libera Scelta dell’assistito che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nazionale. Si precisa che i medici di base possono rilasciare la certificazione di esenzione dal vaccino solo se operanti nell’ambito della campagna di vaccinazione.

Il controllo del Green pass è  in capo al Dirigente Scolastico e può essere delegato ad altre figure ma sempre nel rispetto della privacy; la scuola non chiede copia della certificazione e si limita a controllare che l’interessato ne sia in possesso o, in alternativa, che sia esentato dalla vaccinazione.

In questo ultimo caso la certificazione, rilasciata dalle autorità sanitarie competenti conterrà la dizione “soggetto esente alla vaccinazione anti SARS-CoV-2. Certificazione valida per consentire l’accesso ai servizi e attività di cui al comma 1, art. 3 del DECRETO-LEGGE 23 luglio 2021, n 105” ed il periodo di validità, al momento previsto fino al 30 settembre.

Si invitano tutti gli interessati a provvedere a scaricare/stampare il proprio GP e a verificare la validità tramite l’APP anche da proprio dispositivo mobile. Si informa chi si fosse sottoposto alla prima vaccinazione che solo dopo 15 giorni il Green Pass è attivo; infatti potrebbe verificarsi che prima dei 15 giorni si riceva il green pass, ma questo non è valido fino a che non siano trascorsi i suddetti giorni; la verifica con l’apposita APP confermerà quanto detto; si consiglia inoltre chi esegue tampone di verificare che la farmacia rilasci il green-pass e la tempistica di effettiva acquisizione di validità del green-pass; infatti talora necessitano alcune ore prima che giunga il green-pass dopo l’esecuzione del tampone.

Si consiglia infine di portare con sè sia il Green Pass elettronico che quello cartaceo, poichè in alcuni casi quello elettronico su smartphone ha disfunzioni.

Per il rispetto della privacy, ai fini della verifica da parte dell’operatore occorre esibire solo e soltanto il QR-CODE e, nel caso di impossibilità di identificazione personale, il documento di identità per verificare che il GP esibito sia effettivamente riferibile alla persona che sta accedendo all’istituto.

Si precisa che in nessun caso deve essere inviato a questo istituto il Green Pass nè in formato cartaceo nè a mezzo mail.

In caso di mancata esibizione del green pass,  non si può permanere nell’edificio scolastico.

Si precisa che gli allievi sono esentati dall’obbligo del Green-pass per l’accesso a scuola, ma viste le limitazioni all’accesso a molte attività esterne a cui la scuola aderisce e che organizza, strettamente correlate all’attività didattica in cui sono coinvolti organismi ester,ni dove vige l’obbligo del green-pass,  è consigliabile acquisirlo. 

Inoltre è prevista la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 400,00 (quattrocento/00) a euro 1000 , sanzionata ai sensi dell’articolo 4, commi 1, 3, 5 e 9 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35. Resta fermo quanto previsto dall’articolo 2, comma 2-bis, del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74.  in caso di mancato possesso della certificazione o del certificato di esenzione.

Il Decreto-legge è in vigore e tale rimarrà fino alla conversione in legge che potrà introdurre modifiche al testo, oppure fino alla sua decadenza in caso di mancata conversione, dopo 60 giorni dalla pubblicazione.

Ringrazio in anticipo per la collaborazione,

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Prof.ssa Franca Zampollo
(firma autografa sostituita a mezzo stampa, ex art.3, co 2, D.Lgs.39/93)